AGRITURISMO QUERCIA ROSSA
COUNTRY HOUSE AND B&B
Santarello di Montemerano - Saturnia di Manciano (Grosseto) - Toscana
Tel. +39.0564.629529 +39.338.7280691
info@querciarossa.net
Saturnia

Dalla pelasgica cittā che gli etruschi chiamarono Aurinia e i romani Saturnia restano le tombe a tumulo seminfossato e a piccola camera con apertura ad una lastra monolitica di appartenenza dolmenica, in realtā del VII-VI sec. a.C., alcuni tratti della cerchia di mura in opera poligonale, del IV-III sec. a.C. e la Porta Romana che, con la strada e l'arco che la sormonta, sintetizza le tre civiltā assorbite dal paese: l'etrusca, la romana e la medievale. All'interno della cinta muraria sono visibili testimonianze di etā romana: alcuni cippi, un notevole pilastro angolare, a bozze squadrate di travertino, i resti di una grande vasca, probabilmente per la conservazione dell'acqua e denominato Bagno Secco, i resti di un "castellum acquarum" inglobato nell'attuale Villa Ciacci. In prossimitā di Porta Romana si trova la Villa Ciacci costruita nel 1929 su progetto dell'arch. Passeri; il progetto si č sovrapposto alla rocca rinascimentale del 1464: di tale epoca sono i rivellini e due torri cilindriche poste agli angoli delle mura.
Nella Chiesa di S. Maria Maddalena (rifacimento del 1933 di un'antica chiesa romanica) č conservata una tavola con la Madonna col Bambino tra i Santi Sebastiano e Maria, attribuita a Benvenuto di Giovanni (sec. XV).
Intorno a Saturnia, in prossimitā del fiume Albegna si estendono vaste e sparse necropoli etrusche che testimoniano un certo sviluppo fino al V sec. a.C., e sono state individuate in localitā Sede di Carlo, Pancotta, Pian di Palma, Puntone.

HOME

STAMPA
Paesaggio intorno a Saturnia Saturnia
Museo Civico
- Tel. 0564/620016 -
Visitabile su richiesta.